Molti ristoratori vogliono capire come ricevere più prenotazioni online dal sito del proprio ristorante. Questo è estremamente importante per il successo del locale, ma prima che le persone prenotino devono trovare il tuo sito web.

La crescita della visibilità di un sito Web può avvenire grazie a due “strade”: in modo organico (SEO) e grazie all’ Advertising (SEA). Una strada non esclude l’altra, anzi, si completano a vicenda.

Ci vuole un lavoro costante per ottenere ottimi risultati, ma sicuramente man mano che il sito web cresce verrai ripagato di tutto.

1. Mail Marketing per il tuo Ristorante

Con così tante nuove strategie di content marketing  oggi disponibili, può essere allettante per i locali di Food and Beverage rinunciare agli approcci tradizionali.

Ma per l’ email marketing dobbiamo fare un’eccezione. La comunicazione costante tramite email funzione eccome, se fatta da professionisti del settore. Deve essere la base della tua strategia pubblicitaria.

Nel corso degli anni, l’email marketing ha resistito alla prova del tempo.

È ancora una delle tattiche di marketing più redditizie soprattutto per la fidelizzazione dei clienti e per allungare il loro time life value (durata della relazione ristorante/cliente).

L’ e-mail è generalmente poco costosa, molto versatile e può generare un ROI elevato per ogni euro speso.

Ecco un dato molto interessante che fa capire quanto la mail sia uno strumento in netta crescita.

email marketing potenzialità

 

In effetti, le ricerche di Radicati Group hanno scoperto che nel 2019 c’erano 3,9 milioni di utenti che hanno utilizzato le e-mail e che il mercato dovrebbe raggiungere i 4,3 milioni entro la fine del 2023.

Esistono molti modi diversi per i locali di sfruttare i propri lead (contatti) mail.

Uno di questi metodi include indirizzare più traffico al sito web del ristorante. Incoraggia i tuoi abbonati alla mailing list a condividere i tuoi contenuti con i loro amici e familiari. Invia loro coupon o buoni sconto che possono scaricare sul sito web. Dai la possibilità di prenotare negli eventi o serate speciali a condizioni vantaggiose.

I software che utilizzo personalmente con il mio staff ti semplificano la vita. Si proprio così.

La maggior parte del lavoro avviene in modo automatico, avendo sotto controllo tutto ciò che i tuoi contatti fanno, puoi sapere esattamente l’efficacia delle mail che invi, se i tuoi contatti la aprono, la leggono, cliccano ecc. .

Questo ti mostrerà anche come stai ottenendo nuovi contatti e l’efficacia delle tue mail.

2. Aumenta la tua presenza sui social media

Al giorno d’oggi, il tuo ristorante non può permettersi di ignorare i social media.

In tutto il mondo del Food and Beverage , l’utilizzo dei social media è aumentato rapidamente negli ultimi tre anni circa. Dai un’occhiata alla crescita degli utenti attivi sui social network nel 2020:

social network più usati 2019
Statistica presa da Oberlo

Avere una pagina Facebook può bastare o no. Questo dipende molto dalla tipologia del tuo locale. In alternativa devi assicurarti di avere una presenza attiva anche su altre piattaforme, come ad esempio:

  • Twitter
  • Instagram
  • Youtube

Diciamo però, che con Facebook e Instagram si riesce a intercettare la stragrande maggioranza del target di un ristorante.

Fai di più che creare un profilo:

  • Pubblica contenuti su base giornaliera.
  • Pianifica un piano editoriale e seguilo con costanza e determinazione.
  • Fai del tuo meglio per ottenere più follower.
  • Crea post che incoraggino il coinvolgimento.

La parte più importante è la creazione dei contenuti, quindi lo scatto della foto, la produzione di brevi video, e la comunicazione di tutto quello che crei dentro il tuo locale.

La partecipazione dei tuoi clienti, con commenti, recensioni, tag ecc. potrebbe essere sicuramente la ciliegina sulla torta.

Rispondi direttamente ai tuoi follower per attirare la comunicazione.

Queste azioni ti rendono molto più semplice generare nuovi contatti. Solo perché qualcuno segue il tuo ristorante sui social media non significa che visitano il tuo sito web. Ma puoi pubblicare link nelle tue pagine social con l’intenzione di indirizzare il traffico direttamente sul tuo sito web.

La pubblicazione condivisione costante delle pagine del tuo sito web aumenterà le probabilità che tu ottenga un aumento di clic e traffico.

Analogamente alla tua strategia di posta elettronica, puoi utilizzare collegamenti univoci per tracciare la provenienza del traffico. Sarai in grado di determinare quali piattaforme social generano più traffico e quali post ottengono i tassi di coinvolgimento più elevati.

3. Inizia a scrivere sul blog

Se il tuo sito Web del tuo ristorante non ha già un blog, creane uno è la tua priorità.

Attraverso il blog puoi scrivere degli articoli importantissimi per comunicare in maniera più “intima” con il target del tuo locale.

Attraverso il blog puoi comunicare, raccontare quello che fai, perché lo fai  e come lo fai.

Il perché lo fai, è la particolarità che può far la differenza.

Tutti noi amiamo le storie, lo storytelling è alla base del successo di molti blog. Raccontare come è nato un piatto, gli aneddoti che ci sono dietro una particolare scelta del menù, spiegare come è nato il concept del locale, qual’è la tua mission cosa vuoi che rappresenti il tuo locale per i clienti, cosa ti spinge a ricercare sempre il meglio ogni giorno.

Questo significa comunicare in maniera trasparente attraverso il blog del tuo ristorante.

Se fai questo in modo costante, il blog diventerà il tuo miglior alleato per portare traffico verso il tuo sito web.

Prenditi un minuto per analizzare il tuo servizio la tua proposta di ristorazione, e rispondi a queste domande:

  • Cosa stai offrendo agli utenti del tuo sito?
  • È abbastanza importante per le persone visitare il tuo sito ogni giorno? O forse una volta a settimana?

Probabilmente la risposta è no, non hanno un motivo per farlo così spesso.

Se hai un blog invece, questo dà alle persone un motivo per continuare a tornare. I blog aiutano anche a migliorare la tua SEO (visibilità organica su Google), perché aggiungi costantemente nuovi contenuti alla tua pagina, ma te ne parlerò in un altro articolo.

La frequenza di pubblicazione e la qualità dei contenuti influisce molto sui risultati di molti ristoranti che hanno un blog interno al sito.

I risultati più positivi arrivano dai post che riescono ad intrattenere il lettore fino all’ultima riga, questi post vengono, di solito, commentati e condivisi.

Puoi integrare la tua attività di blogging con la strategia di mail marketing del ristorante e il piano editoriale sui social media, in questo modo riuscirai ad ottenere risultati eccezionali.

Ogni volta che scrivi un nuovo post sul blog, puoi inviarlo via email ai tuoi iscritti e condividerlo sui  social media. Questo ti aiuterà ad acquisire molti più clienti per il tuo ristorante.

4. Produrre contenuti video

Negli ultimi anni, tutti noi stiamo divorando i video online. Degli argomenti più diversi. I video sono un mezzo molto diretto e potente per comunicare le iniziative, le promozioni, raccontare le serate speciali o gli eventi organizzati nel tuo locale.

I video generano un aumento del 157% del traffico organico di ricerca. Inoltre, il 46% dei consumatori agisce dopo aver visto un annuncio video.

Studia bene il target del tuo ristorante e cerca di capire cosa si aspettano, cosa vogliono, quale tipologia di video può acquisirli e fidelizzarli maggiormente.

Ad esempio se il tuo locale ospita spesso eventi, serate particolari, cambia le proposte nel menù, sarebbe un ottima idea documentare tutto questo con dei video e aprire un canale YouTube.

Non è necessario spendere una fortuna per produrre contenuti video. Oggi basta una buona fotocamera per fare video professionali o anche uno smartphone di ultima generazione. Puoi cominciare così.

Le persone preferiscono guardare un video su un evento o sulla preparazione di un aperitivo, o un piatto, piuttosto che leggerlo.

Questo è uno dei motivi principali per cui i contenuti video generano traffico, direttamente o indirettamente, verso il sito web del tuo ristorante aumentando i tassi di conversione e quindi le prenotazioni.

video-marketing-food
Statistica HubSpot

Anche i video, oltre ad integrarli nel sito web, puoi inserirli nelle strategie di email marketing e social marketing. Aggiungi video alle tue e-mail e alle pagine dei social media. Puoi anche incorporare collegamenti video nei tuoi blog.

Questa è una strategia potentissima per acquisire e fidelizzare i clienti.

In definitiva, i video ti aiuteranno sicuramente ad aumentare il traffico del tuo sito web. Se non li stai producendo in questo momento, devi iniziare il prima possibile.

5. Trasmetti video in diretta

Quando si tratta di food marketing, lo streaming video in diretta è un concetto relativamente nuovo.

Molte piattaforme di social media hanno implementato questa funzione già da tempo, quindi è tempo che ne approfitti.

  • Facebook Live
  • YouTube Live
  • Instagram Live

Tutti questi sono modi per connetterti con il tuo target clienti in maniera molto diretta e far vivere loro ciò che succede all’interno del tuo locale Food and Beverage.  I video live aumento moltissimo l’interazione sui social network e di conseguenza il traffico sul tuo sito web.

In definitiva, anche lo streaming di video in diretta ha un impatto positivo sull’acquisizioni di nuovi clienti.

Facebook-Live-Streaming-marketing-Food

Per ottenere il massimo risultato, dovresti andare in diretta pianificando degli appuntamenti fissi e comunicandoli al tuo target tramite il sito web, i social e le mail. In questo modo creerai un’abitudine nei tuoi follower.

Otterrai un vasto pubblico di spettatori e aumenterai le possibilità di aumentare il traffico del sito Web e generare lead (contatti) per il tuo ristorante.

6. Utilizzare i micro influencer per aumentare la credibilità

Se il Brand del tuo locale Food and Beverage è credibile e trasmette un messaggio coerente, sarai in grado di generare molto più traffico sul sito stesso.

Uno dei modi migliori per confermare questa credibilità è sfruttare le relazioni con gli influencer. Questo non significa spendere molti soldi per ingaggiare i migliori food influencer d’Italia o il cuochi stellati. Molto spesso nel settore Food si ottengono eccellenti risultati con i micro influencer, e cioè persone che vivono a pochi kilometri dal tuo locale e che vantano un discreto seguito di follower (dai 2000 ai 5000) sui loro profili social.

Questo funziona perché queste persone sono già conosciute e seguite quotidianamente dai loro follower sulle piattaforme social, e per questo si fidano di loro. Abbassano la barriera di diffidenza che può esserci in un potenziale nuovo cliente.

Questo ti aiuterà molto a raggiungere un pubblico più ampio con un buon ritorno sull’investimento. Il costo di un’operazione di marketing di questo genere potrebbe anche ridursi ad una cena gratuita nel ristorante.

Uno dei motivi principali per cui sono un sostenitore dell’utilizzo dei microinfluencer è perché hanno alti tassi di coinvolgimento con i loro follower.

microinfluencer food marketing
By medium.com

Ecco alcuni esempi semplici di iniziative che puoi cominciare a mettere in pratica:

  • Chiedere al micro-influencer  di pubblicare foto mentre è nel locale;
  • Chiedergli di condividere il piatto che ha scelto
  • Chiedergli di pubblicare una foto mentre brinda sul tuo bancone

Queste semplici iniziative ti garantiranno molto più traffico di qualità sul tuo sito web e un aumento della Brand Awarness (popolarità) del tuo ristorante.

I tuoi nuovi contatti avranno maggiori probabilità di fidarti del Brand del tuo ristorante se il consiglio viene da un micro influencer. Questo aumenterà le prenotazioni nel tuo locale sin dai giorni successivi.

7. Attività SEO: migliora il posizionamento su Google

Un ottimo modo per generare lead e traffico verso il sito del tuo ristorante è attraverso l’ottimizzazione per i motori di ricerca. In realtà molte delle attività di cui ti ho parlato prima, influiscono già in maniera positiva sul posizionamento su Google.

Detto questo per ottenere ottimi risultati in ambito SEO è fondamentale lavorare su un sito web che sia stato progettato e strutturato nella maniera migliore. Altrimenti tutto ciò che andremo a fare poggerà su basi poco solide con il rischio di non massimizzare i risultati.

Cercherò di riassumere in un elenco puntato alcuni dei fattori che incidono sulla SEO:

  • Nome dominio
  • Server Hosting dove è ospitato il sito web
  • Struttura/architettura del sito web
  • Settaggi e impostazioni generali
  • Layout grafico (incideindirettamente)
  • Contenuti testuali
  • Contenuti multimediali
  • Velocità di caricamento
  • Link building
  • Numero dei visitatori
  • Coinvolgimento dei visitatori

Quando qualcuno cerca un ristorante come il tuo su Google, probabilmente inizierà scrivendo “ristorante di pesce sul mare” o  “pizzeria per famiglie” o “cocktail bar innovativo”, queste ricerche potrebbero anche avvenire anche tramite voce, tipo “ehi google, mi trovi una pizzeria per famiglie qui vicino”

Moltissime persone utilizzano Google per trovare informazioni sui ristoranti e locali di Food and Beverage prima di chiamare o effettuare una prenotazione.

8. Sfrutta la Local SEO

La local Seo per ristoranti, comprende tutte quelle attività essenziali per rendere visibile la tua attività a livello locale.  Se gestisci un’attività di Food and Beverage con sede locale, e non hai un professionista che ti cura la local seo, stai perdendo il potenziale per un traffico molto redditizio e pronto per prenotare in un locale come il tuo.

Nell’ultimo anno è google stesso che ci consiglia di puntare molto sulla local seo, anche grazie all’importanza che sta assumendo la scheda locale di Google My Business. Tra i primissimi risultati a comparire davanti agli occhi degli utenti.

Le statistiche ci dicono che Google My Business è uno strumento potentissimo per generare traffico verso il sito web di un ristorante.

Anche le recensioni, che fino ad un paio di anni fa, erano monopolio di TripAdvisor, ora su Google My Business sono tra le più visitate dagli utenti prima di prenotare un ristorante.

Se devi scegliere da dove cominciare, sicuramente ti consiglio di farlo da qui. Anche la nuova tecnologia che è dietro la ricerca vocale (Google Home, Alexa), premia con molta visibilità le attività ottimizzate in local SEO.

Ora ti condivido questa bellissima infografica trovata su pinteres che rende benissimo l’idea di cosa sia importante in una strategia SEO.

seo food marketing

Come accennavo prima, grazie ad un eccellente posizionamento nella Seo locale il tuo sito web guadagnerà molti più visitatori e la statistica ci suggerisce che sono visitatori “caldi” ossia pronti a prenotare, nel tuo ristorante o in quello della concorrenza se più visibile del tuo.

10. Utilizza Google Ads

Google ads è quello strumento di Google che ti permette di creare annunci pubblicitari PPC e farti trovare facilmente da chi cerca ad esempio ”Ristorante di pesce sul mare”.

A differenza del posizionamento organico che abbiamo visto prima (SEO), utilizzando Google Ads i risultati sono immediati, riusciremo facilmente a raggiungere le prime posizioni delle pagine Google.

Cos’è il PPC Pay per Click                                                        Questo è possibile perché ogni volta che un utente sta cercando “Ristorante di pesce sul mare” e clicca sul tuo annuncio google ti scalerà una quota più o meno stabilita, un tot a click.

Non preoccuparti però. Se la campagna pubblicitaria fa parte di una strategia più ampia, è stata progettata nel modo giusto e la pagina web dove atterrerà l’utente che ha cliccato, è stata realizzata da persone valide affidabili, questo strumento ti porterà molte prenotazioni.

Quindi oltre a generare molto traffico verso il sito web, ma convertirai questo traffico in contatti o prenotazioni, a seconda di quale sia il tuo obiettivo.

11. Scrivi le guide definitive su come fare ricette perfette

Le guide definitive sono ottimi strumenti per generare traffico poiché alle persone piace condividerle tramite i social media, quindi volevo condividere con te i suggerimenti per creare delle guide o ricette.

Ecco i suggerimenti per la tua prima guida definitiva:

  1. Leggi molti blog nel tuo campo – Scopri cosa sta succedendo nel settore Food and Beverage, studia la concorrenza e dai un valore aggiunto di cui nessuno ha ancora parlato.
  2. Leggi i post sul tuo argomento : una volta che hai un’idea di una guida definitiva, vedi se ci sono altri là fuori. Se ci sono, come puoi differenziarti? Riesci a combinare alcune delle guide attuali per creare una guida definitiva?
  3. Fornisci un sacco di immagini – Anche se l’argomento alla base della tua guida definitiva è piuttosto semplice, fornisci immagini. Gli elementi visivi suddividono il contenuto e aiutano le persone a scorrerlo. Se l’argomento è complesso, esegui delle schermate dei passaggi.
  4. Dai l’opportinità di scaricare la tua guida – Gli utenti che visiteranno il sito web del tuo ristorante potranno scaricare la guida in PDF, lasciandoti semplicemente un indirizzo mail.

Questo sarà un metodo molto efficace che ti permetterà di:

  • Attirare traffico sul sito web;
  • Acquisire clienti;
  • Fidelizzare clienti successivamente.

12. Crea un omaggio gratuito di valore per i tuoi clienti

Il Lead Magnet è un contenuto (video tutorial, ebook, ricette segrete, carnet di buoni sconto, coupon per cene speciali ed eventi), che gli utenti possono avere gratuitamente sul tuo sito web o su una opti page in cambio del loro contatto email.

Il mio consiglio è di prenderti un pò di tempo per pensare e realizzare davvero un grande omaggio che sia di valore per i tuoi potenziali clienti.

Questo è molto importante per crearti un database di contatti in target che se ben gestiti tramite mail marketing diventeranno clienti del tuo ristorante.

Ricorda, le persone non si iscrivono al tuo elenco se non percepiscono un minimo vantaggio, tipo:

  • Scontistica particolare;
  • Prenotazioni agevolate;
  • Tavolo riservato;
  • Piccolo omaggio all’arrivo nel locale;
  • Cena offerta il giorno del compleanno, e molte altre iniziative.

Come posso capire cosa vogliono i clienti del mio ristorante?

Sicuramente da uno studio approfondito del tuo target clienti.

Devi cercare di capire chi sono i tuoi potenziali clienti, dove vivono, che abitudini hanno, di cosa hanno bisogno, che budget di spesa hanno, quante volte al mese mangiano in locali come il tuo e dovresti saper rispondere a tante altre domande.

Comunque uno dei metodi più tradizionali che conosco per poter scoprire info sui propri clienti è chiedere a loro. Questo di solito è quello che si fa con i sondaggi.

Molto spesso però non è il metodo migliore, anche perché le persone hanno sempre meno tempo e meno voglia di rispondere a domande, sopratutto senza nulla in cambio.

Il mio consiglio è quello di utilizzare una tecnica che ha dato eccellenti risultati in tutti i locali cui faccio consulenza.

Se ad esempio hai una pizzeria frequentata da famiglie o gruppi di amici puoi inviare una mail ai tuoi contatti e clienti, chiedendo una semplice domanda:

Quali sono le prime 3 cose che cerchi quando vai a mangiare una pizza in famiglia o con amici ?

Una mail così informale e dal carattere personale, potrebbe rompere il muro di diffidenza e lasciare che le persone rispondano in maniera spontanea.

Con la percentuale di persone che risponderà, comincerai una corrispondenza. Ringraziali per il tempo dedicato a rispondere e condividere la loro opinione. Fai sapere loro che per te è molto importante il suo pensiero e le sue esigenze, e ogni giorno lavori sodo per soddisfare le esigenze dei clienti della tua pizzeria. Fagli sapere che sei anche disposto a regalare loro un pizza o un antipasto o un dolce se solo potessi fargli qualche altra domanda.

Utilizzerai quindi queste domande per perfezionare ulteriormente l’offerta della tua pizzeria e conoscere meglio il tuo target clienti in modo da soddisfare le loro esigenze.

Maggiore è lo sforzo che ti dedichi ai contenuti delle mail che crei, più il tuo potenziale cliente apprezzerà e ti ripagherà con una visita nel locale.

Come ottimizzare il lead magnet (l’omaggio)

Qual’è il modo migliore per far scaricare il tuo omaggio agli utenti e quindi ottenere il massimo numero di contatti possibili?

Devi sapere che non importa quanto lavoro hai fatto per realizzare il tuo omaggio, c’è la possibilità che gli utenti pur visitando la pagina web possono scegliere di NON optare per l’iscrizione e non lasciarti il loro contatto.

Può essere per un ripensamento, per mancanza di fiducia nei confronti di un Brand a loro sconosciuto, per paura dello spamming successivo, esiste una linea molto sottile che divide una campagna di acquisizione vincente da una fallimentare.

Gli utenti atterrano in una pagina web (optinpage) dove hanno la possibilità di scaricare il tuo omaggio. Tutte le informazioni, i contenuti, le immagini, i colori, il layout di questa pagina devono essere studiati in modo tale da far abbassare il muro di diffidenza che ha il visitatore, che decide così di scaricare e lasciati il contatto.

Ecco perché è fondamentale che tu ottimizzi i tuoi sforzi affidandoti ad un professionista e utilizzando software che facciano molto del lavoro al posto tuo.

Ecco un esempio di optin-page che ho creato per il mio l’e-book gratuito su come realizzare un sito web per ristoranti.

food marketing ebook

13. Commenti su altri blog nel settore Food 

Per alcune persone, i commenti sui blog possono sembrare una strategia vecchio stile che non funziona più per creare backlink da Google, ma io vi assicuro che se fatta nel modo giusto funziona ancora molto.

Ma non è questo il punto.

Prendendo solo 15 minuti al giorno per commentare alcuni food blog importanti, non solo puoi mostrare il tuo nome brand, il nome del tuo locale a molti lettori di quel blog, ma i più curiosi visiteranno anche il tuo sito può e puoi cominciare a costruire relazioni con gli altri commentatori e il proprietario del blog.

Non solo scrivere “anche io” o “Ho imparato molto da questo post, grazie” , ma piuttosto argomentare e aggiungendo sempre un piccolo spunto che può essere di valore per chi legge.

Forse l’autore ha menzionato alcune risorse utili e vorresti aggiungerne un’altra che potrebbe essersi persa, o forse i tuoi clienti hanno riscontrato un problema simile in altri locali, ed ora sanno come tu lo hai hai risolto.

I commenti ben ponderati del blog dimostrano che hai la profonda conoscenza e competenza sull’argomento che ti rendono un ristoratore valido e preparato. Chissà, forse il proprietario potrebbe invitarti a scrivere un articolo come ospite nel suo blog.

Naturalmente, man mano che più commenti arrivano, più la tua risposta ben realizzata e raffinata affonderà in fondo.

14. Pubblicità su Facebook

Gli annunci di Facebook per un ristorante possono generare un ROI eccezionale e una percentuale di clic più elevata, ma è importante capire in che modo rivolgersi al proprio target clienti. Quale”tone of voice” utilizzare. In poche dobbiamo metterci sullo stesso piano dei nostri interlocutori.

Facebook come anche Instagram solo social network molto orizzontali, dove non si comunica dall’alto al basso, ma si instaura una relazione paritaria e aperta.

Quando progetti una campagna pubblicitaria su Facebook devi tenere a mente questo aspetto e concentrare tutto su come catturare l’attenzione degli utenti che distrattamente scorrono il Feed del social network.

Quindi cerca di utilizzare un titolo ad effetto, seppur coerente con il testo dell’annuncio, un’immagine o un video di qualità, e un contenuto semplice, chiaro e diretto.

Se hai già una pagina con qualche migliaio di fan di Facebook ti consiglio di utilizzare Storie sponsorizzate + Post sponsorizzati. 

Le storie sponsorizzate vengono visualizzate quando i fan, ad esempio, eseguono alcune azioni, tra cui:

  • Mi piace sulla pagina (quando a un amico piace la tua pagina, include una miniatura dell’immagine del profilo della tua pagina più un pulsante Mi piace).
  • Mi piace il post della pagina (Mostra quando un amico apprezza un post specifico della pagina e include quel post).
  • Commenti sul post della pagina (Se un amico lascia un commento su un determinato post, l’annuncio viene visualizzato e include il commento più un collegamento al post).
  • Domanda con risposta (Mostra quando un amico risponde a una domanda in un sondaggio, oltre a includere i risultati del sondaggio).

Puoi anche decidere dove vuoi che le tue storie sponsorizzate vengano visualizzate:

  • solo feed di notizie;
  • solo desktop;
  • solo dispositivi mobili.

Le Storie sponsorizzate sono come gli annunci, ma dall’aspetto più naturale e informale, incoraggiando maggiormente l’interazione dell’utente.

I post sponsorizzati ti consentono di promuovere quasi tutto, inclusi link, video, quiz e altro, ed è perfetto per le visualizzazioni sui dispositivi mobili perché godono di maggiore visibilità, in quanto vengono visualizzati direttamente nel feed centrale delle news anziché essere posizionato sul lato destro.

Stai iniziando adesso su Facebook?

Se non hai ancora un gran seguito di fan, puoi utilizzare gli annunci ADS mostrandoli nella barra laterale destra, in questo modo puoi indirizzare il tuo pubblico ad interagire con il Brand del tuo locale e i tuoi contenuti.

Questi tipi di annunci costano molto poco e possono aiutarti ad aumentare il numero di Mi piace e fan che hai senza spendere una grossa fetta di denaro. Man mano che cresci il tuo pubblico, puoi inserire post consigliati indirizzati a coloro a cui piace la tua pagina per incoraggiarli ad andare oltre Facebook e a visitare il tuo sito.

In questo modo, aumenti il traffico e hai ottime possibilità di aumentare le prenotazioni tramite il tuo sito web.

Puoi anche utilizzare Post sponsorizzati per espandere la tua portata agli amici degli amici a cui è piaciuta la tua pagina. Puoi utilizzare una o tutte e tre le combinazioni di annunci per aumentare il traffico.

Puoi anche testare i tuoi annunci, facendo dei test A/B per vedere quali ti offrono il miglior ritorno sugli investimenti e il maggior numero di nuovi fan e amici. È importante quindi nutrire la tua community in crescita con ottimi contenuti, incoraggiandoli a fare il prossimo passo importante visitando il tuo sito Web o richiedendo un’offerta speciale attraverso la tua pagina Facebook.

15. Sfrutta il profilo Instagram

Instagram al momento è il social network che più indicato nel settore Food and Beverage, ma…

Ma instagram non permette ancora di creare post con link verso il sito web. Unica eccezione nella parte in alto del profilo, dove si trova la Bio, lì è possibile inserire un solo link cliccabile.

Detto questo però, non è indubbio il fatto che se hai un profilo molto seguito su instagram, indirettamente si generi molto traffico verso il tuo sito web.

L’importante è che la comunicazione sia coerente ed aggiornata sia sul sito web che su instagram. Molto spesso mi capita di vedere una novità su instagram relativa ad un locale Food e andare sul sito web del locale non trovando traccia di nulla.

Questo non genera un impatto positivo sul sito web che dà l’idea di non essere aggiornato e si perdono potenziali clienti.

Ora ti consiglio 5 cose da fare sul profilo Instagram per generare traffico sul sito web:

  1. Nel link della Bio inserisci direttamente la pagina dove è possibile prenotare ad esempio www.rossopeperoncinopizzeria.it/prenotazioni
  2. Il logo profilo deve essere lo stesso che utilizzi nella favicon del sito web
  3. Integra il feed di instagram direttamente nell’home page del tuo sito web
  4. Nel testo dei post inserisci sempre la parte finale del dominio del tuo sito web
  5. Nelle storie puoi mettere in evidenza l’url di una pagina del tuo sito web   

Conclusione

Tutto quello che ti sto suggerendo, non l’ho inventato io. Sicuramente però l’ho sperimentato su molti ristoranti e locali nel settore Food, ed è per questo che posso dirti quanto è importante generare traffico verso il sito web.

Detto questo è chiaro che il sito web deve essere progettato in modo tale da confluire questo traffico verso un obiettivo preciso e non farlo disperdere. A breve vi parlerò anche di come deve essere pensato un sito web per ristoranti e locali Food and Beverage per ottimizzare e convertire meglio le visite degli utenti.

Se però hai dei dubbi, suggerimenti da darmi o vuoi suggerirmi altri modi per indirizzare il traffico verso il sito web, scrivimelo nei commenti. Per me è molto importante ricevere un tuo feedback. Grazie

food marketing riccardo binaco
riccardo binaco food marketing

Riccardo Binaco è formatore e consulente di digital food marketing, oltre a tenere diversi corsi di formazione, aiuta ristoratori e operatori Food and Beverage ad acquisire e fidelizzare clienti. Nel 2007 ha fondato Digital Web Italia (Dweb), agenzia di sviluppo siti web professionali, campagne SEO, Google e Social Ads.

BONUS GRATUITO

Il sito del tuo locale è la tua immagine online. Deve essere sempre accogliente, ordinato e mostrare al meglio la tua attività. Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di scaricare l’ebook gratuito “Ristoranti, il sito web che funziona”. Scaricalo da QUI.

ebook ristoranti web marketing

Write A Comment

Questo sito utilizza i  cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento. Per acconsentire clicca sul pulsante “Accetta”. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, vai alla  Cookie policy.