Hai mai sentito parlare di Local SEO per Ristoranti? Se questi termini ti sembrano sconosciuti, dovresti iniziare a cercare di capire cos’è e come sfruttarla a vantaggio del tuo ristorante. Inizia proprio da qui.

Local seo per ristoranti guida completa

Cos’è la SEO Locale?

La SEO è un’attività molto importante per ogni sito web. È proprio grazie ad essa che è possibile far comparire un sito tra i primi risultati di Google, quando gli utenti effettuano delle ricerche per soddisfare le proprie necessità.

home page di google
home page di google.it

Un buon progetto SEO, in grado di dare visibilità alle aziende su Google, parte con l’ottimizzazione della struttura del sito e arriva fino alla stesura dei testi.

Tra il punto di partenza e quello di arrivo ci sono decine di cose da fare che non riusciremmo a trattare in maniera completa con un solo articolo. Invece riusciremo a descrivere ampiamente un’aspetto della SEO che ti interessa in quanto proprietario di un ristorante: la SEO Locale.

La Local Seo per Ristoranti

Come sapete, Google viene utilizzato in tutto il mondo, ma la maggior parte dei business, non hanno bisogno di tale copertura. C’è chi vuole che il proprio sito sia visibile in determinate nazioni, chi solo in Italia e per alcune tipologie di attività, è necessario essere bene in evidenza, solo nell‘area territoriale in cui è presente la propria attività.

Quest’ultimo, è il caso della stragrande maggioranza delle attività legate al food and beverage, come appunto i ristoranti, le pizzerie, gli agriturismo, i pub e le trattorie, i cui frequentatori sono composti quasi esclusivamente da persone che vivono o si trovano nelle loro vicinanze.

Per ottenere visibilità su Google, occupando la prima pagina della classifica relativa alla propria zona, c’è bisogno di fare SEO, ma non una SEO generica… la Local SEO per Ristoranti.

Local Seo per Ristoranti: Ad ognuno il proprio risultato di ricerca

Fino a qualche anno fa, in qualsiasi zona d’Italia ti trovassi, effettuando una ricerca su Google, avresti avuto gli stessi risultati di un’altra persona che vivesse all’altro capo dello stivale.

Successivamente gli ingegneri di Google, hanno iniziato a personalizzare i risultati di ricerca, prendendo in considerazione molti fattori, tra i quali uno dei più importanti è la posizione geografica dell’individuo che effettua la ricerca.

Con l’avvento degli smartphone infatti, Google ha potuto iniziare a capire esattamente in quale punto ti trovi nel momento in cui ti servi del suo motore di ricerca.

Da qui a passare alla personalizzazione dei risultati per ognuno di noi, il passo è stato breve (metaforicamente parlando. In realtà ci hanno lavorato moltissimo).

Il tutto è diventato un’arma potentissima e di vitale importanza per migliorare le proprie strategie di Food Marketing e per aumentare il numero di clienti del ristorante. Non fare Local Seo per ristoranti, significa rinunciare ad un vantaggio incredibile sui competitor.

Il Local Pack

Ad un certo punto quindi, gli utenti hanno cominciato a veder visualizzati sui loro dispositivi mobili dei nuovi box. Prima Google Maps e poi quello che noi addetti ai lavori chiamiamo il “local pack“.

Il local pack è composto da 3 risultati in bella evidenza, che mostra 3 attività che offrono il servizio/prodotto che si stava cercando, e che si trovano nelle vicinanze di chi ha effettuato la ricerca.

local pack per la ricerca ristorante roma, effettuata a Genzano di Roma
local pack per la ricerca ristorante Roma, effettuata a Genzano di Roma

Nell’immagine sopra, ho cercato un “ristorante a Roma” mentre mi trovavo a Genzano di Roma. Google mi ha restituito 3 locali belli in evidenza.

Poi… se non sono soddisfatto dei primi 3 risultati, posso cliccare su “Altri Luoghi” per visualizzarne altri. Ma state sicuri che la fetta più grande della torta andrà ai locali in TOP3.

Capite bene l’importanza che riveste entrare nel local pack per ogni ristorante. Si, anche per il tuo. Rinunciare a fare Local Seo per il tuo ristorante è un grosso autogol, fidati sulla parola.

Ti aiuta la Local SEO

Ma come si entra a far parte del Local Pack? Non vi è una formula magica, ma tutta una serie di attività che vanno fatte con criterio, seguendo le direttive di Google sulla Local SEO per ristoranti.

Devi sapere anche, che nessun SEO specialist del mondo ti potrà garantire l’entrata nel local pack per il tuo ristorante, perché oltre alle varie attività (da fare assolutamente BENE), dipende dalla percezione che Google ha della tua attività e dal giudizio che hanno gli utenti del tuo locale.

Quello che può fare la Local SEO è ottimizzare la tua presenza online nel tuo ambito territoriale, in maniera tale che Google percepisca il tuo locale come uno dei migliori ristoranti della zona.

Il salto di qualità, quello che ti farà entrare in pianta stabile nel local pack, lo dovrai generare tu, attraverso un servizio ed una cucina che piacciano ai tuoi avventori, gli stessi che poi pubblicheranno le foto del tuo locale, dei tuoi piatti e che scriveranno una recensione.

E sono appunto le recensioni su Google, uno degli elementi più importanti per la Local SEO. Le recensioni, insieme ad altri elementi, fanno parte dei 3 fattori fondamentali della Local SEO.

I 3 fattori della Local SEO

Ho terminato il paragrafo precedente parlando di “fattori” della local SEO. Benché siano molteplici (e ne parleremo in seguito), si possono racchiudere sotto 3 macro voci:

  • Rilevanza
  • Prossimità
  • Prominenza

Rilevanza, prossimità e prominenza sono dunque i 3 fattori di “ranking” da alimentare per cercare di emergere nel local pack. Cercherò quindi di spiegarteli nella maniera più semplice possibile.

La Rilevanza

Uno dei fattori che aiutano a posizionarsi nel local pack è la rilevanza. La rilevanza indica quanto un’azienda è specializzata nella sua attività e quanto è popolare tra gli utenti.

In altre parole se sei bravo in qualcosa e la tua bravura è certificata dal giudizio degli utenti, sei rilevante e sei idoneo per comparire tra i business locali nella ricerca di Google.

Traslando il concetto di rilevanza nella categoria ristoranti, possiamo fare degli esempi.

Un utente, in cerca di un posto dove mangiare vicino alla sua posizione, vorrebbe che Google gli suggerisse un ristorante dove si mangia pesce.

L’algoritmo di Google processerà la sua intenzione di ricerca e gli restituirà nella TOP 3, i locali specializzati nella cucina ittica più apprezzati dagli utenti.

La Rilevanza è un fattore da non sottovalutare assolutamente, perché permette di evitare che l’utente capiti nel posto più vicino dove si mangia pesce, ma non nel miglior posto dove farlo.

Per spiegarti meglio questo concetto ti faccio un ulteriore esempio semplicissimo.

Esempio di Rilevanza per la Local Seo per Ristoranti

Immagina di trovarti a Frascati (una località vicino Roma dei Castelli Romani) e di voler uscire a cena con la tua famiglia per farti una bella mangiata di pesce.

A meno che tu non abbia già in mente un locale particolare, per scegliere il posto farai una ricerca su Google digitando “Ristoranti dove mangiare pesce a Frascati“.

Senza il calcolo della rilevanza otterresti solo locali che si trovano a Frascati. Ma Google invece la prende in considerazione e ti dice: “Ehi, guarda che anche vicino Frascati puoi mangiare del buon pesce” e ti suggerisce altri ristoranti in località vicine (i più rilevanti). Guarda l’immagine seguente…

ricerca locale per ristorante dove mangiare pesce a Frascati
ricerca locale per ristorante dove mangiare pesce a Frascati

Questa cosa, vista lato ristoratore è un’arma potentissima perché permetterebbe anche al tuo locale di comparire nei risultati di chi cerca un ristorante con le caratteristiche (leggi specializzazione) del tuo, nelle zone circostanti.

Cosa significa? Significa che se hai un ristorante a Roma Nord, con la Local SEO puoi attrarre clienti che provengono dal centro di Roma, anche se il centro è pieno di locali che offrono la tua stessa cucina.

Per un’attività di SEO locale tesa a soddisfare il fattore “Rilevanza” dovrai quindi essere specializzato e popolare. Riassumendo:

  • essere specializzato in un tipo di cucina (pesce, carne alla brace, cucina messicana, il miglior sushi, i migliori spaghetti alla carbonara, eccetera)
  • essere popolare tra la gente (dato certificato dal numero e dal giudizio medio delle recensioni e da menzioni, link e citazioni dai social e altri siti web, specialmente giornali locali online).

La Prossimità

Quando si effettua la ricerca di un ristorante da un determinato indirizzo geografico, Google inizia ad elaborare la risposta partendo dal prendere in considerazione quelli fisicamente più vicini all’utente.

Il motore di ricerca infatti, tende a considerare come migliore risposta, un local pack composto dai ristoranti più vicini.

Questo fattore è chiamato “prossimità” e concorre fortemente a determinare l’ordine con il quale vengono mostrati i risultati della ricerca.

Prima che fosse introdotta la rilevanza, la prossimità era il fattore che più incideva nei risultati, ma questo faceva in modo che non sempre venissero indicati i locali migliori, solo perché si trovavano più distanti dalla posizione dell’utente che effettuava la ricerca.

Adesso, rilevanza e prossimità, vengono presi in considerazione alla pari, cosicché un ristorante che lavora bene ed è apprezzato dalla gente, può comparire nel local pack prima di un locale fisicamente più vicino, ma meno apprezzato e meno specializzato.

Proprio questo esempio lo abbiamo fatto nel paragrafo precedente, quello dedicato alla rilevanza.

Nell’immagine sottostante invece, si riporta lo screenshot della ricerca “Ristorante Frascati“, effettuata in un punto al centro della cittadina. Come puoi notare, il local pack non mostra tra le prime 3 posizioni i locali più vicini ma ne seleziona 3 in 3 diversi punti della città: i locali più rilevanti, ed è interessante notare che tra loro vi sia anche una pizzeria (ma se lo merita te lo assicuro).

local pack ristorante frascati
Ricerca Ristorante Frascati effettuata da un punto centrale della città

Ancora più interessante è notare come se cambio la chiave di ricerca, aggiungendo a Ristorante Frascati, le parole qui vicino, il risultato cambia, mostrando i ristoranti effettivamente più vicini.

local pack chiave + località + qui vicino
local pack chiave + località + qui vicino

Questo comportamento ti potrà sembrare scontato ma ti voglio far notare un paio di cose.

  • I 3 ristoranti selezionati per essere mostrati nel top local pack hanno tutti recensioni che vanno da 4,4 a 4,6 stelle.
  • Gli altri ristoranti della zona hanno recensioni equivalenti e quindi a parità di giudizio, vengono mostrati quelli effettivamente più vicini.

Stai tranquillo che se il locale più vicino avesse avuto una media di recensioni a 2 stelle, non sarebbe comparso nel local pack, anche se fosse stato il “più” vicino.

La Prominenza

Con la prominenza chiudiamo il cerchio e sono sicuro che dopo aver compreso il ruolo che riveste nell’algoritmo locale di Google, anche tu avrai le idee più chiare su come funziona il local pack e cosa devi fare per essere presente in quello della tua zona.

La prominenza è il fattore che prende in considerazione la specializzazione del ristorante (e in generale dei qualunque attività locale presente su Google).

La prominenza privilegia alcuni fattori determinanti per chi cerca un locale con caratteristiche ben precise.

Prominente può essere la necessità di trovare un ristorante per famiglie con bambini, perché la persona sta andando a pranzo o a cena con la famiglia, e vuole una struttura nella quale i pargoli trovino da fare, così potrà godersi in santa pace il pasto.

La Prominenza può essere la ricerca di un ristorante che serve carne alla brace bbq, perché la persona ha voglia di mangiare quel piatto.

E ancora, Prominente può essere la ricerca di un locale che serva cucina romanesca perché la persona ha voglia di mangiare dei bucatini all’amatriciana.

Insomma, prominente è tutto ciò che di particolare una persona voglia trovare in un ristorante e per questo cerca ristorante + località (che può essere implicita perché lo smartpohne è localizzato via gps o rete, ed esplicita perché la scriviamo) + cucina vegana, cucina messicana, arrosticini, sushi, eccetera.

Ma anche accompagnando la località con parole come “qui vicino“, ” in centro“, “aperti adesso“, “con musica dal vivo“, eccetera.

Insomma, se lato ristorante la prominenza rappresenta la specializzazione, lato utente rappresenta una necessità da soddisfare. Il match tra queste due angolazioni è quello vincente.

Di seguito, ho eseguito una ricerca per un ristorante a Frascati che serve pesce. Come puoi notare, i locali mostrati sono diminuiti perché non tutti servono pesce a tavola.

Altra cosa… il primo risultato ha delle recensioni buonissime (4,2) ma inferiori a quelli che la seguono. Fidati se ti dico che qui c’è lo zampino di una piccola attività di Local SEO.

ricerca locale per ristorante pesce
ricerca locale per ristorante pesce

Mentre scrivo, sono le 10 di mattina. Ho voluto effettuare anche la ricerca “ristorante + località + aperti adesso“. So benissimo che tutti i ristoranti a quest’ora sono chiusi ma volevo farti vedere che Google ha comunque la risposta. Se ti viene un languorino alle 10 di mattina a Frascati, sono aperti bar e forni.

ricerca con la chiave aperti adesso
ricerca con la chiave “aperti adesso” – alle ore 10:00 di mattina

Come sfruttare i 3 fattori con la Local SEO per Ristoranti

Da questo discorso esplorativo sul funzionamento dell’algoritmo per la ricerca locale di Google, un buon SEO specialist può ricavare preziose informazioni su come sfruttare i 3 fattori a proprio vantaggio, ossia come far comparire il ristorante nella TOP 3 del Local Pack.

E infatti ci si può riuscire attraverso tutta una serie di attività specifiche da effettuare sul sito, sul web in generale e soprattutto creando e curando la tua scheda “Google my Business“.

Local SEO sul sito del tuo ristorante

Non basta un webmaster qualsiasi per ottimizzare il sito del tuo ristorante per la SEO Locale. Serve uno specialista che sappia dove e come mettere le mani. Ma qualche indicazione, suggerita dal SEO Specialist della mia agenzia di Digital Marketing, posso dartela lo stesso.

La prima è quella relativa al cosiddetto NAP (Name Address Phone), un trittico fondamentale per iniziare l’attività.

Il NAP deve essere presente in tutte le pagine del sito, preferibilmente nel footer dove Google si aspetta di trovarlo. Ovviamente deve essere presente anche nella pagina dei contatti. Il NAP dovrebbe essere scritto anche sotto forma di dati strutturati.

E a proposito di dati strutturati (un formato grezzo da cui Google può ricavare in maniera esplicita i dati dal tuo sito), è necessario implementare quelli di tipo Local Business, meglio se nel sotto tipo Restaurant.

La Mappa di Google Maps

Nella tua pagina contatti dovrebbe essere presente anche una mappa ed in particolare è necessario “embeddare” (incorporare) la mappa di Google che mostra il tuo ristorante.

Sul sito inoltre, dovresti avere un blog dove parli di eventi locali, ricette locali, piatti locali e tutto ciò che aiuta Google ad identificare il tuo ristorante nella tua zona.

Se la tua cucina è specializzata in qualcosa, dovresti dirlo sul tuo sito, specialmente nella home page che è la pagina più importante.

Fattori Esterni che influenzano la Local SEO

Anche l’ambiente esterno ha un ruolo importante per implementare una buona strategia di SEO locale per il tuo ristorante.

Infatti fino ad oggi, il sistema di calcolo del posizionamento su Google si è retto sull’autorevolezza dei siti, per cui più un sito viene citato da altri siti, più è autorevole.

Per arrivare nella TOP3 del local pack sarà quindi necessario acquisire link, citazioni e menzioni da altri siti (meglio se autorevoli come giornali online locali o verticali come siti nell’ambito food).

In questo contesto, rivestono molta importanza anche le recensioni rilasciate dagli utenti sui social network, tripadvisor, thefork e siti simili.

Infine non ci dimentichiamo alcuni fattori indiretti come il comportamento degli utenti sul tuo sito che Google riesce a tracciare e a classificare come comportamenti positivi (per gli utenti che hanno apprezzato l’esperienza di navigazione, hanno visitato più pagine, hanno approfondito qualcosa sul tuo sito, eccetera) e comportamenti negativi (hanno aperto il tuo sito e lo hanno richiuso per ripetere la ricerca che tu non hai soddisfatto sul sito di un tuo competitor).

Come fattore esterno possono essere inclusi anche i link provenienti da “directory“, meglio se locali o se specializzate nell’ambito food. Per farti un esempio, un link da una directory come Pagine Gialle avrà molto peso, così come un link da Yelp, directory molto autorevole specializzata in attività locali.

home page di Yelp
home page di Yelp

Google my Business

Google my Business è l’epicentro di tutta la tua SEO Locale per Ristoranti. È la plancia di comando dalla quale partire per favorire la visibilità su Google del tuo ristorante.

Si tratta di un servizio offerto gratuitamente alle aziende da Google.

google my business
google my business

All’interno di Google my Business troverai una serie di campi pronti per accogliere le tue informazioni.

Si parte dal nome della tua attività e l’inserimento di una descrizione. Successivamente potrai inserire la categoria di appartenenza dell’attività. Nel tuo caso metterai Ristorante o Pizzeria o altro.

Ci sono molte categorie tra cui scegliere. Puoi metterne più di una se il tuo locale offre più tipologie di servizi o di cucina. Qui non puoi inserire alcuna categoria personalizzata ma puoi farlo dopo, inserendovi delle sottocategorie.

Cosa inserire un Google my Business

In Google my Business, oltre al nome della tua attività, dovrai inserire indirizzo e numero di telefono (il NAP ti ricordi?). Fa che sia tutto esattamente uguale a quello che hai indicato sul tuo sito, senza discrepanza alcuna. Non va bene scrivere sul sito Via G.Verdi e su Google my Business Via Giuseppe Verdi.

Il consiglio che ti do, è quello di inserire sul sito lo stesso NAP ricavato su Google my Business, con un copia e incolla perfetto.

Altro dato da inserire è l’orario di apertura settimanale del tuo ristorante e di inserire gli “orari speciali“, ovvero di indicare se in giorni particolari (come ad esempio la vigilia di Natale), sei aperto con orario normale, fai un orario ridotto o se rimani chiuso.

Gli orari vengono mostrati nella tua scheda sul local pack e servono anche per rispondere ad alcuni tipi di ricerca degli utenti come ad esempio “ristoranti in zona aperti adesso“.

A proposito di orari, non sarebbe sbagliato inserirli anche sul sito web.

Articoli e Offerte su Google my Business

Su Google my Business puoi anche creare post, offerte e pubblicizzare eventi. Non sottovalutare questa sezione perché se ad esempio organizzi un evento nel tuo locale, potresti intercettare qualcuno che chiede a Google “cosa fare stasera a Roma se piove“.

La Ricerca Vocale

Immagino tu stia ridendo dopo aver letto chiave che ho appena scritto ma non ti conviene sottovalutarla. In primis perché è utilizzatissima. Poi, con l’avvento della ricerca vocale, questo tipo di domande saranno sempre più frequenti e chi arriva primo a soddisfarle, acquisisce un bel vantaggio sulla concorrenza.

Insomma, Google my Business ti permette di avere il controllo su molti aspetti della tua SEO Locale, nonché di gestire in maniera efficace uno degli aspetti più importanti: le recensioni.

Recensioni su Google

Quanto piace alla gente fare le recensioni? Tantissimo e lo dimostra il successo di TripAdvisor negli anni passati. Anche su Google è possibile fare delle recensioni, misurate su una scala che va da 1 a 5 stelle.

recensioni google
recensioni google

Sul web è possibile sfruttare le schede della attività per fare le recensioni. Ma con il sistema di Google si può fare anche di più. Oltre alle stelline si può inserire un giudizio in formato testuale e delle foto proprie scattate all’interno del locale.

Stimolare le recensioni dei clienti e fare in modo di soddisfarli affinché ti assegnino almeno 4 o 5 stelle, dovrebbe essere una pratica giornaliera.

Avere una media di recensioni positive avrebbe 2 effetti positivi per il tuo ristorante:

  • visivo: gli utenti se vedono 4-5 stelle di media, si fideranno della tua cucina e potrebbero decidere di venirti a trovare sicuri che si mangi bene
  • sulla Local SEO: Essendo parte del fattore “rilevanza” aiuta a posizionarsi in evidenza nel local pack

Alcuni problemi con la scheda Google my Business

Come proprietario di un ristorante, dovresti creare subito la tua scheda Google my Business. Se lo hai già fatto, procedi con le ottimizzazioni altrimenti sfrutti solo il 10% del suo potenziale.

Crea, cura e controlla spesso la tua scheda perché a volte si possono creare problemi che risolveresti solo con l’aiuto di un bravo webmaster. Quali sono questi problemi? Te li elenco sotto.

Scheda non verificata

Non so se sai che anche gli utenti possono creare la scheda my Business del tuo locale se tu non lo hai ancora fatto. Basta loggarsi su Google ed inserire il locale con nome, indirizzo e qualche foto. Un utente che crei la tua scheda ti fa incorrere in diversi problemi.

Per prima cosa in caso di rilascio di recensioni negative tu non puoi intervenire per rispondere. Seconda cosa potrebbe contenere foto bruttine che non attraggono nessuno. Terzo non è ottimizzata per permetterti di fare una corretta Local SEO.

Se capita che la tua scheda sia stata già creata da un cliente, puoi “rivendicarla” dimostrando che sei il proprietario del locale. Una volta rivendicata puoi ottimizzarla o chiuderla definitivamente.

Scheda Duplicata

Prima di creare la tua scheda Google my Business, accertati che qualche cliente non l’abbia già fatto per te. Se ti ritrovi con due schede, accorgendotene dopo molto tempo, vedrai le recensioni divise tra le due schede (magari 300 a 5 stelle su quella non creata da te e 50 sulla tua…sarebbe un bel problema).

Se ti capita di avere la scheda duplicata, provvedi ad eliminare la seconda, come ti ho detto di fare nel paragrafo precedente.

Ho avuto un cliente con 4 schede my business, senza uno straccio di nome utente e password, e ti lascio immaginare quanto impazzimento ci è voluto per far rimanere solo quella giusta.

Informazioni cambiate

Purtroppo gli utenti possono segnalare a Google se le informazioni presenti nella tua scheda sono a loro giudizio sbagliate. Mi è capitato che fossero i competitor a fare questa segnalazione ed il cliente si è ritrovato con la sua scheda contenente l’indirizzo del sito e il numero di telefono del competitor.

Per evitare questa spiacevole situazione, è bene controllare ogni settimana che sia tutto a posto. Google comunque ti segnala se ci sono proposte di cambiamento sulla scheda. Basta verificare dopo la segnalazione e rifiutare i cambiamenti.

Conclusioni

Al termine di questo lunghissimo articolo spero di averti fatto capire cos’è la Local SEO e quanto sia potente per pubblicizzare il tuo ristorante tra la gente che vive nella tua zona.

Se metterai in pratica i consigli che ti ho dato, sono certo che vedrai entrare molti più clienti dalla porta del tuo locale. Ne sono certo… perché questa strategia l’ho testata e replicata per diversi clienti, sempre con grande successo.

food marketing riccardo binaco
riccardo binaco food marketing

Riccardo Binaco è formatore e consulente di digital food marketing, oltre a tenere diversi corsi di formazione, aiuta ristoratori e operatori Food and Beverage ad acquisire e fidelizzare clienti. Nel 2007 ha fondato Digital Web Italia (Dweb), agenzia di sviluppo siti web professionali, campagne SEO, Google e Social Ads.

BONUS GRATUITO

Il sito del tuo locale è la tua immagine online. Deve essere sempre accogliente, ordinato e mostrare al meglio la tua attività. Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di scaricare l’ebook gratuito “Ristoranti, il sito web che funziona”. Scaricalo da QUI.

ebook ristoranti web marketing

Write A Comment