Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie! Ciò accade perché la funzionalità o i contenuti contrassegnati come “% SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: click here to open your cookie preferences.

Il Food Marketing, o marketing alimentare, induce le persone ad acquistare più cibo rispetto a quanto ne occorrerebbe nella realtà, attraverso una serie di tecniche che aggiungono valore al prodotto e convincono il consumatore a metterlo più facilmente nel carrello della spesa.

Food Marketing: un lavoro che comincia prima del prodotto

Le aziende alimentari investono molto in ricerca, sviluppo e marketing, iniziando a farlo molto prima che il prodotto fisico venga effettivamente sviluppato. L’obiettivo di questo lavoro preliminare è comprendere i consumatori attraverso un “focus group” e sviluppare prodotti alimentari su misura per il pubblico di destinazione.

Le aziende spendono molti soldi per lo sviluppo del marchio, consentendo loro di generare più domanda per i loro prodotti, rendendo i consumatori addirittura disposti a pagare di più.

Per sviluppare un prodotto che piace quindi si inizia da questi step:

  1. Comprendere il mercato di riferimento, la segmentazione e il posizionamento.
  2. Fare ricerche di mercato: i sondaggi si concentrano sulla comprensione di ciò che i consumatori desiderano in un prodotto in grado di soddisfare le loro esigenze.
  3. Sviluppo del marchio attraverso campagne di marketing come pubblicità su cartelloni pubblicitari o spot radio-televisivi. Il branding è importante perché crea una connessione emotiva con i consumatori che hanno maggiori probabilità di acquistare il tuo prodotto.

campagne di food marketing

Le Migliori Strategie di Food Marketing

Dai un’occhiata a queste tecniche di food marketing che puoi utilizzare anche tu, sin da subito, per aumentare la popolarità del tuo brand e di conseguenza, anche il numero di clienti.

Food Marketing (dal produttore al rivenditore)

Questa è la prima fase della strategia di food marketing. La prima mossa di marketing del produttore di alimenti è convincere i rivenditori (ad esempio negozi di alimentari, supermercati, eccetera) a vendere i suoi prodotti e coinvolgerli dando degli incentivi, che possono essere un buon margine di guadagno, campioni gratuiti o altro. Questo processo può essere piuttosto lungo a causa dei suoi numerosi passaggi, dalla negoziazione dei contratti all’ordinazione dei prodotti per la vendita al dettaglio.

L’importanza del packaging

Il packaging è uno degli aspetti più importanti quando si tratta di commercializzare prodotti alimentari. Il colore, il design e il logo influenzano in modo significativo il modo in cui i consumatori percepiscono il tuo prodotto sul mercato. Il packaging deve essere abbastanza allettante per distinguersi dalla concorrenza sugli scaffali.

campagne marketing vino

Food Marketing sui Social Media

Il modo migliore per pubblicizzare i prodotti alimentari nel mondo dei social media è utilizzare gli hashtag. Gli hashtag sono un modo semplice e veloce per le persone di cercare i loro cibi preferiti su Twitter, Facebook o Instagram.

Ad esempio, se la tua azienda produce funghi, potresti utilizzare l’hashtag #funghi, in modo che chiunque digiti “funghi” su Twitter o Instagram possa trovare il tuo prodotto. È buona pratica cercare di sfruttare anche gli #hashtag popolari del momento .

Quando si commercializzano prodotti alimentari, è importante essere creativi e pensare fuori dagli schemi. La fantasia non ha limiti ed è possibile produrre contenuti utili sui social, anche parlando di musica, cultura, città, eccetera.

Aggiungi valore e migliora la percezione del tuo prodotto

È probabile che un prodotto alimentare che non aggiunge valore per i consumatori, abbia già fallito qualsiasi campagna di marketing ancor prima di iniziarla.

Chi compra un genere alimentare solitamente vuole che i prodotti siano pratici, che si conservino a lungo, che contengano determinate sostanze nutritive, che siano salutari, oltre che essere buoni e che abbiano un bell’aspetto.

Una campagna di marketing eseguita con successo dovrebbe cambiare la percezione dei consumatori di un determinato prodotto alimentare e/o creare la sensazione che il tuo prodotto offra più valore di quello della concorrenza.

Il valore aggiunto è il motivo per cui le persone pagano di più per un prodotto alimentare. Il valore di un alimento non è solo nel suo gusto, ma anche nel modo in cui fa sentire i consumatori e cosa può fare per loro. Se riesci ad instillare nelle menti che il tuo prodotto fa bene, hai quasi vinto in partenza.

Questo è il motivo per cui paghi 5 euro per una scatola di biscotti biologici da 200 grammi, a differenza dei comuni biscotti che trovi in qualsiasi supermercato alla media di 2 euro per un pacco da mezzo chilo.

marketing vendita mozzarella

Non trascurare i bambini

Uno degli aspetti più interessanti del Food Marketing è il marketing per i bambini. I fanciulli infatti tendono ad essere facilmente influenzati dai media, dalle pubblicità, dagli amici a scuola e altro ancora.

A loro volta i bambini influenzano le decisioni dei loro genitori, il che può portare l’adulto a fare acquisti più impulsivi.

Una buona tattica di food marketing consiste nell’assicurarsi di posizionare i prodotti alimentari per bambini più in voga, all’altezza dei loro occhi e segnalarli con un cartellino colorato per attirare la loro attenzione.

Fare Food Marketing con le confezioni

Una buona campagna di food marketing, dovrebbe servirsi anche delle confezioni degli alimenti. Queste dovrebbero essere in grado di attirare l’attenzione sugli aspetti chiave (positivi) del prodotto. Questo permette, in pochi secondi, di farlo percepire migliore rispetto a quello della concorrenza.

Gli studi dimostrano che gli acquirenti si fanno influenzare più da cosa c’è scritto sulla parte anteriore della confezione che dei valori nutrizionali e gli ingredienti scritti nella parte posteriore.

Lancia il giusto messaggio

Un altro elemento chiave del marketing per prodotti alimentari è il messaggio che dai al tuo pubblico e il tono che utilizzi per veicolarlo.

È sempre consigliato utilizzare messaggi chiari e coincisi, facili da comprendere, che devono andare ad intercettare le esigenze dei clienti

I clienti percepiscono i messaggi sui prodotti in modo positivo o negativo, quindi c’è una linea sottile tra una campagna di marketing mediocre e una di successo. Questo è il motivo per cui devi indovinare il giusto messaggio per il tuo prodotto.

marketng per pasta

Perché il food marketing per i brand è fondamentale

Il marketing per prodotti alimentari deve saper creare notorietà, consapevolezza e fiducia nel marchio, ingredienti indispensabili per generare più vendite possibili.

Per avere successo in questa impresa è necessario che tu, produttore, ti ponga delle domande. Conoscere la risposta a queste domande ti aiuterà ad intraprendere la strada giusta per portare al successo il tuo prodotto.

  • Per quale motivo il mio prodotto è unico rispetto ai prodotti simili dei miei concorrenti?
  • Qual è il mio vantaggio competitivo?
  • Questo prodotto è adatto al mercato?
  • Questo prodotto risolve una necessità che altri non fanno?
  • C’è un modo per differenziare ulteriormente questo prodotto da quelli della concorrenza?
  • È un prodotto sicuro per il consumo?

Identificare i bisogni insoddisfatti del consumatore e risolverli con il tuo prodotto è la chiave per venderlo con successo.

Una volta risposto a queste domande, puoi iniziare a creare campagne pubblicitarie sui social, sul sito, volantini, eccetera, ma anche ad iniziare a raccogliere contatti da nutrire con delle email (cd funnel).

Se stai pensando “cosa potrei scrivere nelle e-mail?”,  ecco alcune idee creative di marketing per aziende alimentari che puoi inserire nelle tue newsletter.

  • Invia ai clienti le offerte speciali settimanali
  • Racconta loro gli eventi che hai organizzato o quelli a cui stai partecipando
  • Organizza delle giornate di degustazione esclusive per gli abbonati alla newsletter durante le quali potresti regalare un coupon di sconto.
  • Condividi la storia o la storia della tua azienda.

Ricorda, non tutte le email dovrebbero tentare di vendere i tuoi prodotti alimentari. Fornisci ai tuoi abbonati contenuti di qualità in modo che continuino ad aprire le tue email e a interagire con te.

marketing alimentare biscotti

Collabora con influencer di settore

Gli influencer sono delle persone che hanno già un enorme seguito di persone che in genere ascoltano i loro consigli e suggerimenti.

Invitali a provare i tuoi prodotti e chiedi loro di pubblicare foto o pensieri sul cibo che produci, affinché i loro follower possano vederli. Se riesci ad ingaggiare uno o più influencer del settore food per la tua azienda, molto probabilmente acquisirai un grosso vantaggio sui tuoi concorrenti.

Benedetta Rossi ad esempio è una TOP Influencer con oltre 5 milioni di fan su facebook con la quale interagisce puntualmente ogni giorno.

Se riesci a convincere un influencer come lei a provare i tuoi prodotti gastronomici, puoi approfittare di questo enorme seguito e dare uno slancio all’affermazione della tua azienda come brand autorevole.

Se non arrivi a tanto, fai una breve ricerca su internet e individua i giusti influencer alla tua portata.

Ottieni altri consigli di marketing esclusivi!

Oltre 500 tuoi colleghi sono iscritti alla mia newsletter e ricevono settimanalmente consigli utili per promuoversi con il Food Marketing. Fallo anche tu.

riccardo-binaco-consulente-di-marketing-alimentare
riccardo binaco food marketing

Riccardo Binaco è formatore e consulente di digital food marketing, oltre a tenere diversi corsi di formazione, aiuta ristoratori e operatori Food and Beverage ad acquisire e fidelizzare clienti. Nel 2007 ha fondato Digital Web Italia (Dweb), agenzia di sviluppo siti web professionali, campagne SEO, Google e Social Ads.

Write A Comment

Questo sito utilizza i  cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento. Per acconsentire clicca sul pulsante “Accetta”. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, vai alla  Cookie policy.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie! Ciò accade perché la funzionalità o i contenuti contrassegnati come “% SERVICE_NAME%” utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disabilitati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, abilitare i cookie: click here to open your cookie preferences.